L’Italia, per le particolare condizioni geografiche e di fascia climaticaè il Paese con la maggiore ricchezza di biodiversità al mondo : 58.000 solo di specie animali, delle quali 42.000 di terra e aria, 10.500 di acqua salata e 5.500 di acqua dolce. Seconda è la Cina con 20.000, ricorda Farinetti.

La continua erosione e perdita di biodiversità è un problema e la conservazione e tutela di questo patrimonio di valore non solo nazionale deve rappresentare un impegno della Veterinaria, con il quale salvaguardare le specie animali ma anche conservare e  valorizzazione un patrimonio unico di prodotti che ne derivano e che costituiscono, per quanto confinati in nicchie limitate, un patrimonio culturale e un arricchimento della tradizione alimentare.

Il progetto intende dunque censire e valorizzare le specie raccolte in piccole popolazioni, specie se a rischio di estinzione, e soprattutto promuovere la produzione e una valorizzazione dei prodotti derivati.

Infatti le razze a limitata diffusione costituiscono una vera e propria riserva di variabilità genetica, capace di garantire sufficiente autonomia e flessibilità al sistema produttivo nazionale per il suo adattamento ai continui cambiamenti tecnici, economici e climatici.

In alcuni casi tali risorse vengono già utilizzate attivamente e sono risultate di notevole utilità per contribuire a mitigare i problemi che il sistema zootecnico nazionale ha dovuto affrontare negli ultimi anni. Tra i più importanti l’adattamento ai cambiamenti climatici, la diversificazione dei prodotti, l’aumento delle qualità nutrizionali e nutraceutiche degli alimenti, la compatibilità con sistemi di produzione biologici e/o a basso impatto, la riantropizzazione di territori abbandonati ed a rischio idrogeologico.

Il consumatore di oggi  inoltre è alla continua ricerca di prodotti tipici e con un valore aggiunto di natura identitaria, storica e/o etica. Il desiderio di novità si affianca inoltre al desiderio, ancora vivo di prodotti che conservino il legame con il territorio, perché hanno un valore intrinseco (caratteristiche nutrizionali ed edonistiche), un valore identitario, perché collegati al territorio, e un valore etico, in quanto legati a sistemi di produzione tradizionali generalmente rispettosi dell’ambiente.

I formaggi e i salumi monorazza rappresentano un esempio concreto di valorizzazione delle razze autoctone.

E’ di tutta evidenza il valore professionale, etico e culturale di un tale progetto.


Vet-etica: contributo a difendere la biodiversità

Cari Colleghi e Amici, abbiamo avviato il progetto iniziando a popolare la categoria della biodiversità.

Siamo ovviamente agli inizi, ma già alcuni colleghi aderenti al gruppo hanno trasmesso delle fotografie riguardanti razza e relative produzioni.

Potete così vedere come vengono inserite le informazioni, ad esempio quelle riguardanti  la Razza Ovina Cornella Bianca e un primo contributo dei colleghi dell’AUSL di RE e di come venga utilizzato il materiale trasmesso pubblicando le foto con la doverosa citazione del Collega o comunque della fonte.

E’ un progetto al quale è facile inizialmente partecipare anche solo con materiale acquisibile nel territorio con il proprio cellulare e che costituisce un modo per contribuire fattivamente a un progetto che vuole arrivare a valorizzare e far conoscere le razze della biodiversità.

Si arriverà in tal modo a costruire una base di conoscenze e informazioni spendibili in un secondo momento in modalità di assistenza alle aziende che valorizzano le aziende e le produzioni locali, favoriscano anche la immissione dei prodotti sui mercati contribuendo in tal modo certamente a salvaguardare la razza interessata e consolidarne il patrimonio attraverso una attività che valorizza la professione.

Nella categoria della biodiversità che si vuole popolare, e della quale potete vedere alcuni esempi accedendo attraverso il QR Code allegato,  verranno inserite prioritariamente le razze per le quali giungano i contributi da parte degli aderenti al gruppo utilizzando l’indirizzo:

biodiversita@vet-etica.it

Al 20 Luglio presenti in archivio: 28 schede di animali

Inquadra il QR-code con il telefono o clicca sul QR
per accedere alla sezione biodiversità

Nome Utente: demo
Password: Dubai 2020

ISCRIZIONE AL GRUPPO

* campo obbligatorio

Zona di Attività*

Codice fiscale: necessario per l’accesso al gruppo

Clicca qui per visualizzare l’informativa sul trattamento dei dati personali

Iscritti al gruppo

  • Elisa Oliverio
  • Paolo Boni
  • Dario Mariotti
  • Andrea Iotti
  • Maria Cristina Ossiprandi
  • Emanuela Bonometti
  • Benedetta Passeri
  • Carmen Scioti
  • Valentina Tepedino
  • Azienda Massimo Veneri
  • Claudia Cozzolino
  • Marco Nocetti
  • Azienda Agricola Sant’Elia Libero Francesco